La lettera e mammà

Scritto da: Gianluigi
31 dic 2008

Peppino De FilippoIniziamo con questo articolo una breve presentazione delle commedie messe in scena nella XVI edizione della rassegna Insieme…con il Teatro. Il primo spettacolo in cartellone è La lettera e mammà, commedia scritta da Peppino De Filippo. Si tratta di una farsa più che una commedia, che andò in scena per la prima volta al Teatro Sannazaro di Napoli nel 1933, racconta la storia della famiglia Bentivoglio, composta da ricchi commercianti aspiranti ad avere un quarto di nobiltà. La proposta del cav. De rosa, mediatore di matrimoni, di far sposare la giovane Claretta con il baroncino Riccardo calza a pennello. E meglio ancora se si riuscirà a combinare anche il matrimonio tra il barone Edoardo, zio di Riccardo, e la signorina Teresa, anziana zia di Claretta. La farsa fu rappresentata da tutti e tre i fratelli De Filippo: Eduardo, Peppino e Titina; ed ebbe un enorme successo.

Il successo dei De Filippo è da attribuire essenzialmente al fatto che più che descrivere il fatto, la situazione, hanno analizzato l’essere umano. Anche “La lettera di mammà”, farsa scritta negli anni ’30, conserva sempre quella freschezza come se fosse stata scritta oggi. Eduardo è stato grande perché ha per certi versi descritto la sua Napoli e questa Napoli è riuscito a portarla, poi, in tutto il mondo. Ecco perché è diventato universale. Peppino, dal canto suo, forse è meno conosciuto come autore teatrale. La massa conosce il Peppino cinematografico, però rischia di perdersi il grande autore teatrale. Speriamo che con questo allestimento di riuscire a portare alla conoscenza di un pubblico più vasto del Peppino autore teatrale.

 

La Magnifica Gente do’ Sud

Share