L’associazione di arte e cultura “La magnifica gente do’ Sud”, con il patrocinio morale della città di Mercato San Severino, presenta la XIV edizione del premio di arte e cultura “Roberto I Sanseverino”, nell’ambito della XX rassegna “Insieme..con il Teatro”. Del suddetto premio, ogni anno, viene insignito un personaggio tipicamente meridionale che si è distinto nell’ambito della cultura, dell’arte o dello spettacolo. Quest’anno sarà premiata l’associazione Libera conferendo il premio a Libera per la memoria. La cerimonia di premiazione si terrà domenica 3 marzo alle ore 19,00 in Mercato S. Severino, presso il centro sociale M. Biagi, sito alla via Pizzone, con ospite Don Marcello Cozzi vice presidente nazionale dell’associazione LIBERA.
Nel corso della serata l’associazione “La Magnifica Gente do’ Sud” porterà in scena il nuovo spettacolo teatrale dal titolo: “VOLTI DIVERSI LO STESSO DESTINO”, tratto dalla pubblicazione omonima di Alfonso Ferraioli.
Ingresso Libero
Per informazioni tel/fax 089.893569 – cell. 328.1917331 – 339.6305262 – www.lamagnificagentedosud.it –info@lamagnificagentedosud.it

 

 

Premio roberto I SANSEVERINO
Il premio Roberto I Sanseverino nasce nel 2000, l’associazione culturale “La Magnifica Gente dò Sud “ insieme al comune di Mercato San Severino intendono dare lustro al Mezzogiorno d’Italia premiando un personaggio o un ente appartenente al mondo della cultura, dell’arte o dello spettacolo, quale esempio di POSITIVITA del Meridione. Nelle passate edizioni sono stati premiati: il poeta e scrittore Carmine Manzi, l’ente Giffoni Film Festival, l’attrice Regina Bianchi, il maestro Roberto De Simone, Claudio Mattone, l’attore Michele Placido, l’attore Enzo De Caro, il Giornalista Franco Di Mare, Gomorra, Don Luigi Merola, il Giudice Giuseppe Ayala, il giudice Raffaele Cantone e la Fondazione Angelo Vassallo. Con il trascorrere degli anni il premio Roberto I Sanseverino è diventato uno strumento di impegno, di democrazia e di legalità testimoniando che la lotta alla criminalità passa attraverso la diffusione della cultura della legalità e del ricordo di figure autorevoli che per questi valori si sono spesi nella loro vita. Si è deciso allora di premiare personalità del mondo della magistratura, del giornalismo e della società civile che si sono distinte nell’ impegno per la legalità e contro tutte le mafie. Il premio vuole manifestare ammirazione, gratitudine a coloro che si sono impegnati e si impegnano con coerenza e coraggio per la salvaguardia e la promozione dei valori della libertà, della democrazia e della legalità. Naturalmente questi ideali DEVONO essere accomunati all’intera Nazione, perché non si può parlare di Democrazia, Libertà e Legalità, Meridionali o Nordisti. Pertanto ci si rivolge all’Italia tutta!
Quest’anno intendiamo affrontare le tematiche delle vittime innocenti delle mafie, conferendo il premio a Libera per la memoria.

Share