Sul quotidiano locale “il Salernitano” del 24/03/2007 è apparso il seguente articolo, che ci gratifica non poco:

Una serata emozionante, per i contenuti ed il messaggio veicolato ad una società, spesso agli antipodi dei bisogni della gente e, così, maturano ansie, trepidazioni, crisi esistenziali. È quanto ha trasmesso al numeroso pubblico, sabato scorso alle ore 19.00 presso l'Accademia Internazionale d'Arte & Cultura "Alfonso Grassi" presieduta dalla figlia, professoressa Raffaella Grassi, la rappresentazione dei grandi mali che affliggono l'umanità: "L'indifferenza, la solitudine, la paura" messa in scena dalla compagnia "La Magnifica Gente Do' Sud" con la regia di Alfonso Ferraioli. Il lavoro, adattato liberamente dal regista e commediografo, ha coinvolto emotivamente i presenti che hanno tributato autentiche standing ovation al giovane gruppo di quindici attori che si è esibito con bravura e professionalità, interpretando i personaggi: giovani indifferenti, anziani soli, donne spaventate e timorose. Uno spettacolo in due atti che invita a riflettere sulla grande inquietudine che domina l'essere umano, a volte incapace di uscirne senza l'aiuto esterno che spesso manca. Un leit-motiv che sfiora il dramma, ma che alla fine si passa dall'indifferenza alla ricerca dell'altro per uscire dalla solitudine e la paura diventa forza di volontà e voglia di vivere, si passa da una orta di sublimazione alla catarsi. Un messaggio di speranza, uscire dal tunnel e riappropiarsi di nuova luce. La Magnifica Gente Do' Sud ha offerto uno spaccato di vita in una commistione dolore-gioia che la splendida regia di Alfonso Ferraioli, ha reso verace e palpabile attraverso la meravigliosa interpretazione dei suoi "ragazzi".

Speriamo quindi che queste emozioni possano arrivare anche a voi con la stessa forza.

Share

Premio Roberto I Sanseverino

Scritto da: deepred
23 mar 2007

La Rassegna “Insieme… con il Teatro” giunge alla sua serata conclusiva: il 25 Marzo infatti terminerà la XIV edizione di questa rassegna, che tante soddisfazioni, di pubblico e di critica, ci ha dato quest’anno.

E chiuderà in bellezza, ossia con l’assegnazione del Premio “Roberto I Sanseverino”, giunto quest’anno alla VIII edizione.

Il premio viene assegnato ogni anno a personaggi o enti appartenenti al mondo della cultura o dello spettacolo, rigorosamente meridionali, che si siano particolarmente distinti per le loro doti artistiche ed umane, dando così lustro al Mezzogiorno d’Italia. Nelle edizioni precedenti sono stati premiati: il poeta Carmine Manzi, l’ente GiffoniFilmFestival, Regina Bianchi, il maestro Roberto De Simone, Claudio Mattone, Michele Placido e Enzo De Caro.

Quest’anno a ricevere la statuetta sarà il famoso giornalista Rai Franco Di Mare: oltre ad essere uno dei più apprezzati inviati di guerra nell’ambiente giornalistico italiano ed ora conduttore di trasmissioni come “Uno Mattina” o “Sabato & Domenica“, Di Mare si è anche cimentato con il teatro.

Amira“, infatti, è il titolo dello spettacolo multimediale ideato da Franco Di Mare, che sovrappone momenti di pura cronaca a fraseggi letterari, episodi cinematografici a sonate del “Fiati Ensemble”: Di Mare racconta quello che ha visto in diretta e quello che ha detto in video, e che di nuovo vuole testimoniare dal vivo.

Ma la serata non vedrà solo l’assegnazione del premio: infatti la nostra compagnia metterà in scena lo spettacolo di prosa, danza e musica L’indifferenza, la Solitudine, la Paura, già vincitore di numerosi premi.

Speriamo, ancora una volta, che possiate accorrere numerosi, per godervi uno splendido spettacolo e la premiazione di un personaggio eccezionale.

Share

Napoli…

Scritto da: deepred
17 mar 2007

Eccoci giunti al penultimo appuntamento della XIV Rassegna “Insieme… con il Teatro”. Domenica prossima, 25/03/2007, infatti la rassegna si concluderà con l’VIII edizione del premio Roberto I Sanseverino, assegnato quest’anno al giornalista Rai Franco Di Mare: durante la serata, oltre alla premiazione, la nostra compagnia metterà in scena il proprio lavoro “L’indifferenza, La Solitudine, La Paura”.

La penultima serata vedrà invece salire sul palco la compagnia “Teatralia” di Portici (NA): gli amici di Portici, già ospiti nelle precedenti edizioni della rassegna, proporranno al pubblico uno spettacolo comico-musicale su Napoli, sulle sue bellezze e sulle sue paure.

Canzoni, Scketch, Commedie: l’arte napoletana che è riuscita a far ridere, a far piangere e a far pensare in tutto il mondo con i suoi più grandi artisti, sarà il protagonista dello spettacolo messo in scena dalla compagnia Teatralia.

Vi invitiamo, quindi, ancora una volta, ad accorrere in massa al Centro Sociale “M. Biagi” di Mercato San Severino (SA), per partecipare ad un’altra indimenticabile serata “Insieme… con il Teatro”.

Share

Il morto sta bene in salute

Scritto da: deepred
10 mar 2007

Domenica 11/03/2007 si terrà la settima serata della rassegna di teatro amatoriale “Insieme… con in Teatro”. La serata vedrà salire sul palco del Centro Sociale “M. Biagi” di Mercato San Severino (SA) la compagnia locale Belatoria. Si esiberanno nella farsa Il morto sta bene in salute di Gaetano Di Maio.

Nino Taranto

Ancora una volta, quindi, nella nostra rassegna, uno spettacolo dell’autore nato a Napoli nel 1927, e che solo ventuno anni dopo, nel 1948, debuttò come scrittore: il salto di qualità, però, si ebbe solo dal 1963, dove affiancò con i suoi scritti un Nino Taranto all’apice della sua carriera.

La commedia proposta, una delle più esilaranti del Di Maio, è un giallo comico noir, rappresentato per la prima volta da Ugo D’Alessio, Luisa Conte, Michele Abbruzzo e Carlo Taranto e ripreso nel 2001 da Enzo Cannavale e Rino Marcelli.
La commedia è articolata sulle vicissitudini dei gestori di una pensioncina, la “pensione della Tranquillità“, allorquando rinvengono una borsa contenente una grossa somma di danaro. I gestori rinnovano con essa la malandata pensione senza sapere che quella somma era stata versata ad un killer per togliere di mezzo qualcuno. Ma quando i mandanti tornano a recriminare i soldi, i poveri gestori decidono…

Per scoprire cosa decidono di fare e scoprire tutti gli ingredienti attraverso cui la trama gioca sul malinteso e sul paradosso, siete tutti invitati a stare, ancora una volta, Insieme… con il Teatro.

Share

Paura, solitudine, indifferenza…

Scritto da: deepred
08 mar 2007

Paura, solitudine, indifferenza…

Tre fantasmi che accompagnano l’uomo da sempre per segnare il suo ingresso in una condizione di infelicità da cui poi sarà difficile uscire…

Sono tre lunghi stadi che gradualmente riescono ad uccidere l’uomo dentro…

Perché in un mondo globalizzato, in un mondo dove la tecnologia sembra avvicinarci, in un mondo dove la ricerca scientifica sembra poterci dare qualche speranza di fronte alla morte, in un mondo dove il dio denaro ci ha soggiogato… c’è chi è solo, una solitudine che annulla, che disintegra l’uomo dentro e fuori, perché quell’uomo solo, giorno dopo giorno non esisterà più per nessuno.

Quel nessuno che comprende tutto il mondo, un mondo che continua ad andare avanti fregandosene delle guerre, della fame, della povertà, fregandosene che in un grande mondo c’è un microscopico puntino che ha bisogno soltanto di non essere solo…

Nicoletta Siglioccolo

Share
Categorie: Commedie | Nessun commento